Banche Ue e crediti deteriorati: i dati Bce del secondo trimestre 2023

A giugno il tasso dei crediti deteriorati degli enti creditizi con sede in Ue si attestava intorno all'1,88%. Si attende ora l’aggiornamento di fine anno

0
106

A che punto sono i crediti deteriorati delle banche europee? La risposta si può rinvenire nei dati bancari consolidati pubblicati dalla Banca centrale europea: l’ultimo report rivela che il rapporto aggregato dei prestiti deteriorati degli enti creditizi con sede in Ue è rimasto invariato su base annua, attestandosi all’1,88% nel giugno 2023.

Se invece interroghiamo il database Bce (ECB data portal) sulla percentuale dei prestiti deteriorati lordi sul totale dei prestiti lordi, nel periodo da fine dicembre 2014 a giugno di quest’anno, possiamo osservare come si sia registrato un calo significativo nel corso del tempo. Si partiva infatti da un valore stimato dell’8,12% a fine 2014, per arrivare a un valore previsionale dell’1,88% a giugno scorso.

Cosa includono i dati della Banca centrale europea

I dati bancari consolidati della Bce vengono pubblicati quattro volte l’anno. I dati trimestrali forniscono le informazioni necessarie per analizzare il settore bancario dell’Ue e rappresentano un sottoinsieme del set di dati che poi viene pubblicato a fine anno.

Riguardano 315 gruppi bancari e 2.354 istituti di credito operanti in Ue (comprese filiali e filiali estere) che rappresentano quasi il 100% del bilancio del settore bancario europeo. Includono un’ampia gamma di indicatori su redditività ed efficienza, composizione del bilancio, liquidità e finanziamento, qualità delle attività, attività vincolate, adeguatezza patrimoniale e solvibilità.

Fonte: ufficio stampa Bce