Cherry Bank, l’assemblea dei soci approva la fusione con Banca Valconca

L'operazione accresce il patrimonio di Cherry Bank, la rende più sostenibile dal punto di vista finanziario e pronta per agire come aggregatore sul mercato

0
114
L'amministratore delegato Giovanni Bossi nel Net Center Cherry Bank

L’assemblea straordinaria dei soci Cherry Bank ha approvato il progetto di fusione per l’incorporazione di Banca Popolare Valconca in Cherry Bank con voto unanime. L’incontro si è svolto a 48 ore dall’assemblea straordinaria di Banca Popolare Valconca in cui il 96% degli intervenuti aveva già votato favorevolmente sulla fusione tra i due istituti bancari.

L’operazione, che si prevede potrà essere completata entro dicembre 2023, consentirà a Cherry Bank di ampliare la sua presenza sul territorio nazionale anche nel settore del retail commercial banking, offrendo una piattaforma ancora più solida per sostenere l’economia e le imprese del Paese. Per Banca Popolare Valconca, che continuerà ad operare con il proprio marchio, la fusione permetterà invece di recuperare redditività e sostenibilità attraverso l’integrazione con una banca specializzata capace di intercettare opportunità di mercato ad elevata marginalità.

“La fusione – evidenzia Giovanni Bossi, amministratore delegato e azionista di maggioranza di Cherry Bank – a soli due anni dall’integrazione di Cherry 106 con Banco delle Tre Venezie che ha dato vita a Cherry Bank, rappresenta un passo significativo nella crescita e nello sviluppo della banca che unisce ora forze e competenze per portare benefici tangibili sia ai clienti sia agli azionisti”.


“Si tratta di un’operazione volta a rafforzare la nostra posizione nel mercato – prosegue – consolidandoci come punto di riferimento nei servizi finanziari d’eccellenza. Per questo guardiamo con fiducia al futuro della banca che risulterà sicuramente patrimonialmente più grande, finanziariamente sostenibile e pronta per essere un aggregatore sul mercato”.

Fonte: ufficio stampa Cherry Bank