Banca Ifis, misura l’impatto delle iniziative sociali: ogni euro investito genera in media oltre tre euro di valore per la comunità

Il modello di Misurazione d’Impatto è stato sviluppato con Triadi srl, spinoff del Politecnico di Milano guidato dal Prof. Mario Calderini

0
74
Ernesto Furstenberg Fassio

Ogni euro investito in iniziative sociali da Banca Ifis nel corso del 2022 ha generato in media 3,3 euro di valore per la comunità: è questo il risultato della “Misurazione d’Impatto” di alcune delle iniziative realizzate nell’ambito di Kaleidos. Lo sviluppo del modello, annunciato a maggio dello scorso anno e sviluppato dalla Banca in collaborazione con il Politecnico di Milano, nasce dalla volontà di rendere misurabili le proprie azioni in ambito sociale e identificare quindi i progetti che generano il maggiore impatto positivo.

“L’obiettivo di Kaleidos è quello di generare valore concreto e tangibile per le comunità. Abbiamo lavorato con il team del Prof. Calderini per sviluppare un modello che ci permetta di valutare l’efficacia del nostro intervento e individuare le aree nelle quali possiamo dare il miglior contributo affinché la nostra società sia più equa e inclusiva. Siamo felici di presentare i risultati di questo lavoro a distanza di un anno dalla nascita del nostro Social Impact Lab attraverso il quale abbiamo già sviluppato numerose iniziative di valore in diversi ambiti, in particolare nella re-inclusione sociale. Partiamo dalla consapevolezza di questi risultati per continuare a progettare iniziative future a favore delle persone e delle comunità nelle quali operiamo” dichiara Ernesto Fürstenberg Fassio, Presidente di Banca Ifis.

“Triadi, spin-off del Politecnico di Milano che nasce dalla competenza decennale del nostro Centro di ricerca TIRESIA, si pone l’obiettivo di preservare l’integrità dell’impatto. Abbiamo intrapreso il percorso di integrazione dell’impatto all’interno dei processi di Banca Ifis due anni fa. Oggi il modello di misurazione sviluppato insieme al team della Banca costituisce uno dei casi che riteniamo più rappresentativi del nostro approccio.

“La misurazione è divenuta solido strumento di gestione e crescita, dimostrando l’intenzionalità della banca di affrontare grandi sfide generando soluzioni efficaci e addizionali” dichiara il professor Mario Calderini

Il modello di “Misurazione d’Impatto” è un sistema algoritmico basato su una sequenza che considera cinque specifiche componenti: “Risorse impegnate”, “Attività”, “Prodotti”, “Risultati” e “Impatti”. Alla base del modello c’è la “Teoria del Cambiamento” che permette di identificare con chiarezza gli indicatori che possono essere misurati e i risultati ottenuti. Il modello, inoltre, è scalabile e consente di essere applicato a progettualità di ambiti differenti.

I progetti sociali realizzati da Banca Ifis e valutati dal modello di misurazione

Il progetto ha previsto una prima fase sperimentale durante la quale sono stati scelti e valutati 8 progetti tra quelli realizzati da Kaleidos:

  1. borse di studio per discipline Stem alla Summer Stem Academy della Scuola Galileiana degli Studi di Padova;
  2. la certificazione del Winning Women Institute per la parità di genere;
  3. la piattaforma digitale Welfood con servizi a supporto della salute psicofisica dei dipendenti della Banca;
  4. borse di studio attraverso l’associazione CAF, per favorire il reinserimento sociale di giovani studenti attraverso l’inclusione lavorativa;
  5. borse lavoro per supporto alla Teen House, una struttura gestita da CAF e dedicata a giovani adulti dai 18 ai 21, volta a facilitare il raggiungimento della loro autonomia economica;
  6. progetto EquiLibri, iniziativa della Cooperativa Articolo 3, per l’orientamento e il supporto a studenti universitari detenuti presso la Casa di Reclusione di Milano Bollate;
  7. borse di studio a sostegno dei giovani medagliati juniores del CONI;
  8. ristrutturazione della sede di Banca Ifis di Milano, i cui interventi hanno portato alla certificazione Leed Gold.

Queste iniziative hanno riguardato 6 diversi SDGs dell’Agenda Onu 2030: quelli relativi al miglioramento della salute (SDG numero 3), all’empowerment giovanile (SDG numero 4), alla parità di genere (SDG numero 5), all’inclusione lavorativa (SDG numero 8), all’inclusione sociale (SDG numero 10) e alla rigenerazione urbana (SDG numero 11).

Tutti i progetti analizzati hanno avuto un impatto positivo e generato un moltiplicatore con una media di 3,3 punti. In altri termini, significa che ogni euro investito in iniziative di sostenibilità da parte di Banca Ifis si è trasformato in media in 3,3 euro di valore economico per la comunità. Per determinare questo risultato, l’algoritmo sviluppato da Triadi per Banca Ifis ha tenuto conto del diverso mix di “outcome”, ovvero di quei fattori che evidenziano gli effetti prodotti in maniera diretta sui beneficiari del progetto (ad esempio, formazione e servizi educativi), e di “impact”, cioè la misura dei risultati a livello socioeconomico (ad esempio, capacità occupazionali e benessere psicofisico).

Entrando nel dettaglio dei progetti analizzati dal modello di “Misurazione d’Impatto”, l’addizionalità maggiore è stata rilevata nei progetti che coinvolgono ragazzi con difficoltà familiari come, ad esempio, il progetto Borse Lavoro, che consiste nel proporre attività e project work agli ospiti della comunità CAF per accompagnarli in un graduale inserimento nel mondo del lavoro (l’iniziativa ha generato valore per 5,2 volte l’investimento).

Un altro progetto associato ad un moltiplicatore elevato, pari a 4,3, è il Progetto EquiLibri presso la Casa di Reclusione di Bollate, un’attività di orientamento e sostegno agli studenti universitari detenuti, garantendo il collegamento con gli atenei per le attività didattiche e supportando i ragazzi nello studio: a determinare questo valore sono stati, tra gli altri, miglioramento capacità relazionali e autostima, maggiori possibilità occupazionali e valore sociale per inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati, riduzione spesa dello stato per recidiva.

I progetti che hanno ottenuto il moltiplicatore più elevato sono relativi alla salute. In questo campo rientra, ad esempio, l’iniziativa Welfood, piattaforma dedicata alla salute psicofisica tramite consulenze di professionisti come psicologi, medici dello sport, nutrizionisti o terapisti antifumo: questo progetto ha ottenuto un moltiplicatore di 3,6. Tra maggio 2022 e aprile 2023, Banca Ifis ha supportato i propri dipendenti fornendo alcune sedute gratuite con un professionista presente sulla piattaforma (psicologo, counselor per la genitorialità, sport coach, terapista antifumo). Un progetto di successo per i risultati raggiunti in termini di miglioramento del benessere psico-fisico, come rilevato dalla survey condotta tra i partecipanti, per la capacità di far emergere un bisogno inespresso, ma anche per la spinta a una maggiore prevenzione.

Kaleidos: il social Impact Lab di Banca Ifis

Nato nel 2022 su impulso del Presidente di Banca Ifis, Ernesto Fürstenberg Fassio, Kaleidos ha il fine di sviluppare iniziative ad elevato impatto sociale per le persone e le comunità in tre aree: cultura, salute e inclusione. Un obiettivo che Banca Ifis ha tradotto in un impegno concreto: 6 milioni di investimenti in progetti sociali nel periodo 2022-2024, 25 progetti sociali realizzati soltanto nel 2022 e lo sviluppo del modello di “Misurazione d’impatto” che permette a Banca Ifis di misurare i benefici per la comunità generati grazie alle proprie iniziative.

Fonte: ufficio stampa Banca Ifis