Cassa Depositi e Prestiti: al via nuove misure per le infrastrutture e un plafond per ricostruire i territori alluvionati a maggio scorso

In arrivo risorse per grandi, medie e piccole imprese e per lo sviluppo del sistema infrastrutturale con focus sulla mobilità sostenibile e la riduzione dell’impatto ambientale. Istituito un plafond da 700 milioni per la ricostruzione delle zone colpite dall’alluvione a maggio 2023

0
44

Il Consiglio di Amministrazione di Cassa Depositi e Prestiti ha deliberato nuove operazioni per 2,3 miliardi di euro a favore di imprese e infrastrutture con attenzione alla mobilità sostenibile e alla riduzione dell’impatto ambientale. Il CdA ha anche approvato la costituzione di un plafond da 700 milioni per la ricostruzione dei territori di Emilia-Romagna, Marche e Toscana colpiti dall’alluvione di maggio dello scorso anno, misura prevista dalla legge di Bilancio 20241. Questa delibera rientra nel processo avviato per l’attivazione di finanziamenti a favore di famiglie e imprese nelle aree danneggiate.

Interventi per lo sviluppo delle infrastrutture e per le imprese

Sono stati, inoltre, approvati interventi ad alto impatto socio-economico per realizzare opere destinate al miglioramento e all’ammodernamento di trasporti e viabilità. Infine, sono stati deliberati interventi dedicati all’efficientamento energetico, alla digitalizzazione del sistema infrastrutturale del Paese e a favore di grandi, medie e piccole imprese.

Fonte: ufficio stampa CDP