Crédit Agricole Italia supporta con 50mila euro un progetto di ricerca dell’Ospedale San Matteo di Pavia, per i piccoli pazienti oncologici

I fondi finanzieranno il progetto dedicato alla prevenzione e al trattamento di ricadute ed infezioni in bambini che hanno subito trapianti di cellule staminali

0
55

Sono più di 10mila i dipendenti del gruppo Crédit Agricole Italia che con le loro donazioni hanno sostenuto il nuovo progetto di ricerca dell’Ospedale San Matteo di Pavia, dedicato ai suoi piccoli pazienti oncologici. Tanti piccoli gesti che si sono uniti per dare alla responsabilità sociale d’impresa un significato concreto: circa 50mila euro raccolti per la prevenzione e il trattamento di ricadute ed infezioni in bambini che hanno subito trapianti di cellule staminali.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie al payroll giving, meccanismo basato su un gioco di squadra condiviso con le Organizzazioni Sindacali CAI per cui i dipendenti rinunciano ai centesimi della propria busta paga mensile e il gruppo compensa l’importo raccolto in modo tale da raggiungere, per ogni collega che aderisce all’iniziativa, la cifra di 1 euro al mese.

L’importante contributo raccolto renderà possibile un progetto di ricerca oncoematologica pediatrica con la messa a punto ed impiego di terapie biologiche innovative per il controllo di infezioni e della recidiva di malattia in bambini sottoposti a trapianti di cellule staminali emopoietiche. Non solo, esso prevede la realizzazione di una banca di farmaci cellulari pronti all’uso, disponibili su richiesta, per la cura di infezioni da virus patogeni per ospiti immunocompromessi, anche resistenti alla terapia farmacologica convenzionale. In tal senso, dosi residue di farmaci conservati presso la Cell Factory in seguito al venir meno della necessità clinica per il paziente al quale il farmaco è dedicato, verranno utilmente impiegate nella cura urgente di altri pazienti.

Fonte: ufficio stampa Crédit Agricole Italia