Il venture incubator del gruppo Sella, dpixel, avvia un’iniziativa di venture capital tramite blockchain

Messo a segno un investimento in Lendit, grazie alla piattaforma di Seed Venture che permette di gestire contratti tramite l’emissione di token

0
27
Stefano Azzalin, ceo di dpixel

Dpixel, il venture incubator del gruppo Sella, ha realizzato per la prima volta in Italia, insieme a Seed Venture e Lendit, un’operazione di investimento in startup attraverso la tecnologia blockchain e l’utilizzo degli smart contract. dpixel ha investito in Lendit, piattaforma B2B di credit-sharing che permette ad aziende e professionisti di prestarsi denaro in modo semplice, veloce e sicuro. Lendit è tra le startup già incubate da dpixel.

“Con questa iniziativa, la prima del suo genere in Italia – spiega Stefano Azzalin, ceo di dpixel – confermiamo la nostra capacità di valorizzare le startup in portafoglio. Il nostro ruolo è accelerare la crescita di queste realtà innovative, di investire successivamente su di loro e di affiancarle nella realizzazione di iniziative concrete di elevato livello tecnologico, all’interno del nostro ecosistema di innovazione” .

L’iniziativa è stata possibile grazie alla piattaforma sviluppata da Seed Venture, che mediante l’emissione di token permette di gestire contratti di investimento. La società è presente nel portafoglio dpixel e inserita nel programma di accelerazione “Metaverse 4 Finance”. Grazie agli smart contract, gli investimenti trasformati in token possono essere scambiati in qualsiasi momento e resi immediatamente disponibili a tutti i soggetti interessati ad operazioni in venture capital. Ciò consente, quindi, di creare un mercato secondario dell’equity che rende liquidi investimenti tradizionalmente di lungo periodo.

Fonte: ufficio stampa Banca Sella