Mediobanca emette un sustainability senior non preferred bond da 500 milioni di euro

Il nuovo prestito obbligazionario garantirà una cedola pari al 4.875%

0
40

 Mediobanca ha concluso con successo il collocamento di un sustainability senior non preferred bond con durata di 4 anni (scadenza settembre 2027) e opzione call dopo i primi tre anni per un ammontare complessivo di 500 milioni di euro. Il bond ha registrato una domanda robusta e diversificata che ha permesso di rivedere il rendimento inizialmente comunicato al mercato (170 bps sopra il mid-swap) fissandolo a quota 145 bps. Nel corso del collocamento il titolo ha registrato ordini per oltre 2 miliardi di euro. La richiesta ha dunque raggiunto un valore di quattro volte l’ammontare obiettivo di 500 milioni, attestandosi come la più alta registrata tra le recenti emissioni di Mediobanca.

Il nuovo prestito obbligazionario garantirà una cedola pari al 4.875% e rappresenta il primo strumento non senior ed il primo bond ESG collocato dal Gruppo Mediobanca in attuazione del Piano Strategico 2023-26 “One Brand One Culture”. La distribuzione del bond ha visto la partecipazione dei principali investitori istituzionali esteri (73%, con ordini in particolare da Germania, Austria e Svizzera per il 22%, da Regno Unito e Irlanda per il 13%, dalla Francia per il 29% e dalla Spagna per il 4%) e italiani (ordini pari al 27%). L’andamento dell’emissione conferma ancora una volta l’apprezzamento degli investitori e la capacità di Mediobanca di diversificare le proprie fonti di finanziamento.

Fonte: ufficio stampa Mediobanca