NPL, doValue firma un contratto di servicing da 0,5 miliardi Gbv con Attica Bank

L'accordo, sottoscritto dalla società di gestione e recupero di crediti deteriorati, rientra nel cosiddetto 'Progetto Omega'

0
75
Manuela Franchi, amministratore delegato doValue

La società di gestione e recupero di crediti deteriorati doValue Spa ha firmato un nuovo contratto di servicing con l’istituto di credito greco Attica Bank tramite la sua controllata doValue Greece Loan and Credit Claim Management Company.

L’accordo si riferisce alla gestione di un portafoglio di NPE del valore di circa 0,5 miliardi di euro di Gross Book Value, il quale rientra, a sua volta, in un portafoglio decartolarizzato noto come Progetto Omega. Quest’ultimo è stato ritrasferito ad Attica Bank il mese scorso.

Attica Bank è il quinto istituto bancario in Grecia per importanza: offre una vasta gamma di servizi finanziari a persone e PMI, dai depositi ai prodotti di investimento e assicurativi. Ad oggi doValue Greece gestisce 30 miliardi di euro di NPE, tra cui 7 cartolarizzazioni HAPS. Quest’operazione – fa sapere la società – segna un’altra importante aggiunta al suo portafoglio di clienti bancari.

doValue è il principale operatore in Sud Europa nell’ambito dei servizi di credit e real estate management per banche e investitori con circa 116 miliardi di euro di asset in gestione (Gross Book Value) tra Italia, Spagna, Portogallo, Grecia e Cipro. Nel 2023 il gruppo ha registrato ricavi lordi per 486 milioni di euro ed EBITDA, esclusi gli elementi non ricorrenti, di circa 178 milioni.