Sostenibilità e volontariato: Banca Finint insieme a Legambiente nel progetto ‘Park Litter’ di raccolta rifiuti

Il gruppo prosegue nel proprio impegno ESG: nelle tre giornate dell’iniziativa, raccolti da 40 dipendenti oltre 126 kg di rifiuti abbandonati

0
84

Giunge al termine il primo ciclo di iniziative del programma di volontariato aziendale del gruppo Banca Finint: un progetto con cui il gruppo bancario vuole imprimere un’accelerazione nel proprio percorso di sostenibilità e impegno sociale sul territorio innestando un circolo virtuoso che unisce l’azienda i dipendenti e le comunità. Primo partner del programma è stato Legambiente con cui il gruppo ha scelto di collaborare prendendo parte a “Park Litter”, il progetto dell’associazione ambientalista che consiste nel monitorare scientificamente lo stato di salute dei parchi e delle aree urbane, censendo la quantità e la tipologia dei rifiuti che si trovano in queste aree.

Oltre 40 dipendenti Finint hanno aderito su base volontaria all’iniziativa occupando tutti i posti messi a disposizione per la partecipazione al programma. Per tre giornate nei mesi di luglio e settembre, i collaboratori del gruppo bancario si sono ritrovati per ripulire dai rifiuti abbandonati un’area verde lungo il fiume Piave a Falzé di Piave e una parte della zona industriale di via della Lira a Pieve di Soligo. Muniti di casacca, guanti, rastrelli e sacchetti per la raccolta differenziata, hanno rimosso i rifiuti presenti e, guidati dai volontari dell’associazione ambientalista, li hanno catalogati secondo modelli condivisi da Legambiente. Nelle tre giornate di volontariato aziendale sono stati raccolti oltre 126 kg di rifiuti: 29 kg di plastica, 60 kg di vetro 24,3 kg di ferro, 1,7 kg di mozziconi di sigaretta e 11,8 kg di rifiuto indifferenziato.

Il programma di volontariato aziendale punta così a coinvolgere e promuovere la partecipazione attiva e concreta dei dipendenti a supporto di progetti con benefici diretti sul territorio e sulle comunità locali e si inserisce nel solco delle iniziative che banca Finint sta promuovendo per contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile, in linea con alcuni degli obiettivi dell’Agenda ONU 2030.

“Un’esperienza importante per il gruppo e per le sue persone – sottolinea Evan Colville, responsabile HR del gruppo Banca Finint – che si inserisce nella nostra visione strategica e nel piano ESG. Questa prima esperienza a cui i colleghi hanno aderito con grande entusiasmo e partecipazione oltre ad aver contribuito alla pulizia del territorio, ha permesso di attivare pratiche virtuose e creare una sintonia valoriale tra persone, azienda e comunità. L’obiettivo è ora far crescere il programma di volontariato aziendale con nuove attività che si declineranno anche nella sfera sociale”.

Fonte: ufficio stampa Banca Finint