Svizzera, la FINMA decreta il fallimento di FlowBank dopo soli 4 anni di attività

La banca, con sede principale a Ginevra e filiali a Londra e alle Bahamas, è priva di fondi e non si intravedono prospettive immediate di risanamento

0
97
Il logo FIMNA sull'edificio dell'Autorità. Foto: © Philipp Zinniker

Giunge al capolinea l’esperienza di FlowBank, giovane istituto di credito di Ginevra attivo da quattro anni, specializzato in trading online. La banca, con sede principale a Ginevra e filiali a Londra e alle Bahamas, gestisce un totale di bilancio di circa 680 milioni di franchi, oltre 22’000 conti clienti e conta circa 140 dipendenti. La FINMA, la “Swiss Financial Market Supervisory Authority”, cioè l’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari della Svizzera ha decretato il suo fallimento. L’istituto è privo di fondi sufficienti per l’esercizio della sua attività secondo l’Autorità.

“Le esigenze relative ai fondi propri minimi, che devono essere costantemente soddisfatte, sono violate in modo significativo e grave”, ha indicato FINMA. FlowBank non è stata in grado di adottare, entro i termini, misure adeguate per adempiere alle prescrizioni. Si teme inoltre che la banca sia sovraindebitata. Al momento non si intravede alcuna prospettiva di risanamento, perciò la banca deve essere liquidata in via fallimentare. È stato nominato uno studio legale per l’esecuzione della procedura.

La Finma già ad ottobre 2021 aveva dato vita ad un procedimento di applicazione del diritto (enforcement), per carenze gravi in materia di vigilanza. A giugno 2023 è emerso che la banca  aveva “avviato – scrive ATS – numerose relazioni d’affari che comportano rischi ed effettuato transazioni di volume cospicuo senza aver chiarito in maniera adeguata i retroscena”. Irregolarità ritenute gravi, unite alla violazione di legge che vista l’incapacità dell’istituto di ripristinare la situazione conforme alle regole hanno portato la Finma l’8 marzo 2024 a revocare l’autorizzazione bancaria, decisione non ancora passata in giudicato. Il caso è sottoposto al Tribunale amministrativo federale.

Ora il consiglio di amministrazione di FlowBank ha approvato la chiusura annuale 2023, rivelando una situazione finanziaria più critica del previsto. La FINMA ha quindi ordinato il fallimento della banca. Il liquidatore inizierà rimborsando rapidamente i clienti fino a 100’000 franchi. Secondo i calcoli attuali, i depositi privilegiati potranno essere rimborsati integralmente utilizzando i fondi disponibili della banca, rendendo probabilmente inutile l’uso della garanzia dei depositi bancari svizzeri. I depositi in titoli dei clienti saranno scorporati e restituiti.