UniCredit è “Global Bank of the Year 2023” per la rivista The Banker

Grande successo nel corso dell'anno della banca che si aggiudica anche i riconoscimenti di "Banca dell'anno in Europa occidentale", "Banca dell'anno in Italia" e "Banca dell'anno in Bulgaria

0
36
Andrea Orcel, amministratore delegato Unicredit

UniCredit è stata nominata “Banca dell’anno 2023” a livello globale alla cerimonia annuale dei The Banker’s Awards a Londra, oltre ad essere stata nominata “Banca dell’anno in Europa occidentale”, “Banca dell’anno in Italia” e “Banca dell’anno in Bulgaria”. E’ la prima volta che UniCredit ottiene il riconoscimento di banca dell’anno a livello globale.

Considerati tra i principali standard del settore per l’eccellenza bancaria, i “Bank of the Year Awards” della rivista The Banker valutano le principali istituzioni finanziarie del mondo in base alla loro capacità di generare rendimenti, ottenere un vantaggio strategico e servire i propri mercati.

The Banker, parte del Financial Times Group, fornisce informazioni economiche e finanziarie per il settore finanziario mondiale e si è costruito una reputazione per il reporting obiettivo e approfondito sin dalla sua nascita nel 1926.

“UniCredit – ha commentato Joy Macknight, direttrice di The Banker – rappresenta un’impressionante storia di turnaround, registrando un aumento di oltre il 200% dei profitti durante l’intero anno in esame, riducendo la base dei costi e ottenendo i migliori risultati di sempre nel primo trimestre del 2023. È sulla buona strada per realizzare il suo Piano strategico 2022-2024 “UniCredit Unlocked”, facendo anche meglio ad oggi delle sue previsoni.

La banca si trova nella seconda fase della sua trasformazione industriale, dopo aver effettuato investimenti significativi nel digitale e nei dati. Oltre a rinnovare la propria architettura IT – ha proseguito – tramite API e infrastruttura cloud, UniCredit sta investendo nella digitalizzazione di tutti i suoi processi, per migliorare l’esperienza dei dipendenti. I suoi impegni ESG sono all’avanguardia”.

Negli ultimi due anni, dal lancio del piano strategico UniCredit Unlocked, la banca ha lavorato alla propria trasformazione culturale e industriale, razionalizzando i propri sistemi, aumentando le proprie capacità digitali e di raccolta ed analisi dei dati ed incorporando i principi ESG in tutte le sue attività, al fine di diventare una banca fondamentalmente migliore e più forte per le comunità che serve.

“Siamo orgogliosi di questi risultati – ha affermato Andrea Orcel, ceo e responsabile Italia di UniCredit – che dimostrano la forza delle nostre tredici banche in Europa e di come sappiano mettere il cliente al centro della nostra attività. Tutto ciò è stato reso possibile dal lavoro di squadra dei nostri colleghi, che sono impegnati a sostenere la nostra strategia e la cultura dell’eccellenza che abbiamo promosso all’interno della banca. Continueremo ad agire per alzare il livello del nostro servizio”.

All’inizio di quest’anno, UniCredit è stata anche nominata Migliore Banca per l’Innovazione nel Digital Banking, Europa Occidentale e Migliore Banca per i Pagamenti, sempre da The Banker, nell’ambito dei suoi programmi di “Innovation in Digital Banking” e “Transaction Banking Awards”.

I nuovi riconoscimenti rappresentano un ulteriore e significativo attestato dello slancio di UniCredit verso la sua continua trasformazione, già testimoniato dagli Euromoney Awards for Excellence di quest’anno, quando la banca è stata nominata Migliore Banca dell’Europa Centrale e Orientale, Migliore Banca e Migliore Banca d’Investimento in Italia, e Miglior Banca in altri quattro paesi in cui UniCredit è presente.

Fonte: ufficio stampa Unicredit