A Modena la settima edizione del “Premio di laurea magistrale Fondazione Banco San Geminiano e San Prospero”

Premiati con due borse di studio gli studenti del Dipartimento di Economia “Marco Biagi” - Unimore

0
48

Palazzo Carandini a Modena ha ospitato la settima edizione del “Premio di Laurea magistrale Fondazione BSGSP” in favore di due giovani neolaureati dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Dipartimento di Economia Marco Biagi. Le due borse di studio, il cui bando è stato istituito da Unimore e sostenuto da Fondazione BSGSP tramite un’erogazione liberale, ammontano a 2000 euro l’una e premiano studenti particolarmente meritevoli che hanno concluso il loro percorso di studi a Dipartimento di Economia Marco Biagi tra luglio 2022 e l’aprile scorso, con una tesi di laurea su temi di economia bancaria e finanziaria.

La Fondazione Banco San Geminiano e San Prospero (BSGSP) è un ente territoriale no profit istituito a luglio 2019 su delibera del Consiglio di Amministrazione di Banco Bpm e destinato a realizzare, sostenere e promuovere attività di interesse generale con finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale nei territori presidiati dalla Direzione Territoriale Emilia Adriatica di Banco Bpm.

I premiati sono Federico Artioli che ha presentato la tesi “L’utilizzo di misure non-GAAP nel mercato di Borsa Italiana: frequenza d’uso e value-relevance”, e Breezy Polacchi con la tesi “Piani individuali pensionistici (PIP) e polizze vita: un’analisi econometrica sulle SHIW 2016-2020 di Banca d’Italia”. Entrambi hanno frequentato il corso di studi di Analisi, consulenza e gestione finanziaria e hanno conseguito la laurea magistrale con la votazione di 110 e lode.

“L’azione di valorizzazione delle persone di Banco Bpm – sottolinea Edoardo Ginevra, condirettore generale di Banco Bpm – si attua anche attraverso il sostegno alle università con cui abbiamo un’interazione continua e proficua, consapevoli del loro ruolo fondamentale nella formazione della futura leadership e nel progresso del Paese. La valorizzazione di giovani talenti è un nostro impegno: abbiamo inserito in questi due anni ottocento persone in tutta Italia e arriveremo a mille nel triennio”


“Inoltre il supporto all’istruzione e alla ricerca – prosegue – rientra nelle attività sociali che la banca e le sue fondazioni svolgono da sempre nei territori di riferimento e tra questi Modena rappresenta un’area storica dove sentiamo forte la responsabilità di manifestare vicinanza e attenzione alla comunità”.

“L’assegnazione dei premi di laurea rappresenta un segno altamente positivo della sinergia tra il mondo accademico e il settore finanziario” commenta il rettore Unimore, Carlo Adolfo Porro. “Consideriamo questo un impegno collettivo che rientra in un’ottica più sistematica di valorizzazione dell’ingegno, della dedizione e delle competenze dei nostri laureati e laureate”.

Fonte: ufficio stampa Banco Bpm