Banca del Fucino lancia PFM Fucino, app per la gestione della finanza personale

L’app, ideata insieme a CRIF, aggrega i conti correnti, anche di istituti differenti, permettendo di gestire e monitorare i propri risparmi

0
34

Banca del Fucino presenta la sua prima app di Personal Financial Manager, PFM Fucino. Il servizio è disponibile gratuitamente per tutti i clienti privati della Banca intestatari di un conto con servizio di home-banking attivo.L’app è stata sviluppata ad hoc in collaborazione con CRIF, grazie ad una partnership che consente di avvalersi di tools di intelligenza artificiale per la gestione della finanza personale.

L’applicazione è frutto di un modello di open banking white label adattato alle specifiche esigenze della clientela di Banca del Fucino, che permette in modo sicuro e protetto lo scambio di dati e informazioni tra istituti bancari.Una delle funzionalità principali consente di vedere, anche in forma aggregata, tutti i propri conti correnti, siano questi presso la Banca del Fucino o meno, utilizzando il servizio PFM come un multibanking.

Il servizio permette tra le altre cose di categorizzare le proprie entrate e uscite, creare obiettivi di risparmio, stabilire budget per i vari ambiti di spesa, e avvisa tempestivamente nel caso in cui sussistano eventi di criticità prestabiliti, quali ad esempio dei problemi di liquidità.

“Lo sviluppo dell’app – spiega Vladimiro Giacché, direttore Comunicazione, Studi e Innovazione Digitale di Banca del Fucino – si inserisce nel percorso intrapreso dalla banca verso una maggiore digitalizzazione dei propri servizi. Mettiamo a disposizione dei nostri correntisti un’app multibanking che consente, in un unico colpo d’occhio, di verificare e monitorare la propria situazione finanziaria a prescindere dall’istituto di riferimento. Continueremo ad ampliare la nostra offerta con ulteriori soluzioni innovative, per semplificare la fruibilità dei servizi finanziari sui canali digitali”

“Siamo lieti – commenta invece Simone Capecchi, Executive Director di CRIF -della collaborazione con Banca del Fucino. L’acquisizione di Strands, società specializzata nel digital financial management con oltre 700 applicazioni nel mondo, ha consentito a CRIF di accelerare l’evoluzione dei servizi per offrire al mercato italiano soluzioni all’avanguardia, riconosciute anche dal recente report ‘The Forrester Wave: Open Banking Intermediaries Q1 2023’ che ci posiziona tra i 13 provider globali di open banking più significativi”.

Fonte: ufficio stampa Banca del Fucino