Germania a rischio NPL: la BCE sta per chiedere alle banche di aumentare le proprie riserve

Secondo un report, a rischiare sono soprattutto gli istituti con ampi portafogli di prestiti immobiliari commerciali

0
61
Il simbolo dell'euro davanti all'edificio della Bce a Francoforte

La BCE è in procinto di invitare alcune banche tedesche ad accantonare riserve più elevate per proteggersi contro le inadempienze dei mutui immobiliari: lo ha rivelato Bloomberg nei giorni scorsi. Le richieste saranno comunicate alle banche nei prossimi mesi, secondo il rapporto in mano alla testata Usa, e la mosse sugli accantonamenti che ne conseguirà potrebbe influenzare la redditività degli istituti di credito di quest’anno, riducendone i profitti.

Ad essere coinvolti sono soprattutto gli istituti con ampi portafogli di prestiti immobiliari commerciali. Secondo il dossier citato da Bloomberg, la BCE potrebbe rivolgere il suo invito a banche come Deutsche Pfandbriefbank ma anche alcuni istituti di credito regionali noti tutti insieme con il nome di Landesbanken.

Ad ogni modo, non è chiaro quali banche o istituti di credito alla fine si troveranno ad affrontare richieste di accantonamenti più elevati, secondo quanto afferma il rapporto. La BCE ha esaminato attentamente le banche di altri Paesi, ma gli istituti di credito tedeschi saranno tra quelli più colpiti. Le banche in Germania d’altronde si sono trovate coinvolte nella crisi immobiliare tedesca, segnata da insolvenze, blocchi edilizi e congelamento degli accordi immobiliari.