Grossa acquisizione di UTP per il fondo Keystone, che raggiunge una massa gestita di oltre 530 milioni

L'operazione, messa a punto da Kryalos SGR per oltre 200 milioni di euro di GBV, riguarda pacchetti di large–medium-small tickets verso PMI

0
45
Paolo Bottelli, amministratore delegato di Kryalos SGR

Kryalos SGR, società indipendente di gestione del risparmio, raggiunge attraverso il fondo Keystone, riservato ad investitori istituzionali per la gestione e valorizzazione di crediti unlikely-to-pay, una raccolta di oltre 530 milioni di euro grazie a una nuova acquisizione di crediti in prevalenza UTP. L’operazione ha ad oggetto pacchetti di large–medium-small tickets verso piccole e medie imprese.

Con questa nuova acquisizione di oltre 200 milioni di euro di GBV, il fondo si amplia in relazione al portafoglio di crediti e alle banche coinvolte, che raggiungono quota 22. In particolare, tra i nuovi istituti bancari vi sono Mediocredito Centrale – Banca del Mezzogiorno, BDM Banca, Cassa di Risparmio di Orvieto, Banca di Imola e Cassa di Ravenna. Hanno inoltre sottoscritto ulteriori quote anche Banco di Desio e della Brianza, Crédit Agricole Italia e Banca Popolare di Sondrio.

La struttura del fondo è pensata per accogliere in futuro ulteriori acquisti, ai quali la SGR, con il supporto strategico e operativo dello studio legale e tributario di EY, sta attivamente lavorando con una pipeline significativa che coinvolge anche nuovi istituti bancari.

La sede milanese di Kryalos SGR

“Con il Fondo Keystone – chiarisce Paolo Bottelli, amministratore delegato di Kryalos SGR – mettiamo in evidenza le nostre capacità nella valorizzazione dei crediti unlikely-to-pay (UTP) e NPL, dimostrando efficienza e flessibilità nella gestione di operazioni complesse. Queste acquisizioni testimoniano la solidità del fondo, che si espande sia in termini di portafoglio crediti che di coinvolgimento delle banche partner. Con il supporto di EY puntiamo su ulteriori investimenti nel mercato UTP, mettendo a disposizione degli investitori anche le nostre competenze consolidate nel real estate”

Per la gestione degli aspetti legali legati alle operazioni, Kryalos SGR è stata assistita da Molinari Agostinelli Studio Legale, mentre Bird & Bird ha assistito la SGR con riferimento agli aspetti regolamentari. Gli istituti bancari sono stati assistiti da Giovanardi Studio Legale con riferimento a una operazione e dallo Studio Legale Chiomenti con riferimento all’altra. I crediti sono stati valutati da Rina Prime Value Services, anche esperto indipendente del fondo.

Fonte: ufficio stampa Kryalos SGR