Il servicer EthicalFin NPL riceve in gestione un portafoglio da 230 milioni di GBV

Il nuovo mandato, costituito da 180 posizioni, viene affidato alla società di recupero crediti, sorta nel 2017 e specializzata in NPL bancari

0
98
Alfredo Fineschi, ceo di EthicalFin NPL

Un fondo di investimento statunitense ha affidato al servicer italiano EthicalFin NPL la gestione di un portafoglio di crediti non performing costituito da 180 posizioni per un Gross Book Value complessivo di circa 230 milioni. Il nuovo incarico si aggiunge ad alcuni portafogli già in gestione per lo stesso cliente di cui non è stato reso pubblico il nome.

Il servicer, attivo dal 2017, è specializzato in NPL bancari e si distingue per una gestione etica delle passività, cercando di ‘allineare’ l’impatto sociale nei confronti dei debitori con il ritorno finanziario per gli investitori in portafogli di NPL. Inoltre attraverso lo Studio Legale Torre EF, assicura assistenza giudiziale sul territorio nazionale.

“È motivo di grande orgoglio per noi – afferma Alfredo Fineschi, ceo di EthicalFin NPL – constatare che gli investitori abbiano deciso di affidarci nuovi mandati, confermando in questo modo la solidità della relazione costruita nel tempo e la soddisfazione per le performance conseguite fino ad oggi. Crediamo che questo nuovo incarico costituisca un importante passaggio per la nostra strategia, che punta ad un posizionamento di eccellenza nel segmento dei crediti di media dimensione secured e unsecured”.