NPL: Tyche Spa chiude il primo semestre 2023 con un utile netto di oltre 2 milioni di euro

Il presidente Enrico Rossetti: "I risultati dimostrano la solidità del nostro modello di business". Tyche Spa è una società per azioni impegnata nella valutazione dell’acquisto di NPL

0
353
Villa Altura a Bologna, sede di Tyche Spa

Il Consiglio di Amministrazione di Tyche, società per azioni con esperienza nella valutazione dell’acquisto di NPL, ha approvato la situazione contabile semestrale al 30 giugno 2023. Tra le principali operazioni si segnala l’avviamento di un processo di riorganizzazione aziendale mirato a supportare la realizzazione del piano industriale e la business combination con Banca di Credito del Peloritano (BCP) che avverrà presumibilmente nel primo trimestre del 2024. Nel dettaglio, nella prima metà dell’anno Tyche ha parzialmente sottoscritto l’aumento di capitale sociale di tre milioni di euro deliberato dal Consiglio di Amministrazione di banca di Credito Peloritano. Un investimento che ha portato la società a detenere il 9,99% del capitale sociale della banca, contribuire al suo rilancio e al rafforzamento del suo assetto patrimoniale oltre all’integrazione tra BCP e Tyche.

Nel primo semestre la società ha generato un utile netto di 2,1 milioni di euro con un margine di interesse, rappresentante la principale voce di ricavo di 5,65 milioni, che registra un incremento di 1,7 milioni rispetto allo stesso periodo del 2022 (+42,7%). Un risultato significativo ottenuto beneficiando dell’incremento degli impieghi per crediti NPE acquistati (15 milioni di euro di nuovi acquisti), il cui stock a fine semestre segna un +23% rispetto a fine 2022. La società, infine, si conferma patrimonialmente solida con un CET1 Ratio al 30 giugno 2023 pari al 37,4%, capiente per sostenere gli ulteriori investimenti previsti a budget per il secondo semestre 2023.

“Siamo molto soddisfatti – spiega Enrico Rossetti, presidente di Tyche Spa – dei risultati raggiunti in questo primo semestre dell’anno che si chiude con chiari segni dimostrativi della solidità del nostro modello di business. Elemento chiave della nostra crescita è, in particolare, l’incremento degli impieghi per crediti NPE, con un aumento del 23% rispetto alla prima metà del 2022, che dimostra la nostra capacità di identificare e sfruttare al meglio le opportunità offerte dal mercato”

“Contribuire al rilancio di Banca di Credito del Peloritano – prosegue – attraverso un investimento strategico nel suo capitale sociale evidenzia la volontà societaria di ampliare la nostra presenza nel settore finanziario nazionale”.

Fonte: ufficio stampa Tyche Spa