Politica monetaria e giusto ‘timing’: un convegno Alma Iura per discuterne. L’8 marzo alla Biblioteca Capitolare di Verona

Presenti all'incontro il presidente della Consob Paolo Savona e il banchiere Rainer Stefano Masera. Lo spunto del dibattito è il libro “Normalizzazione della politica monetaria. Cent’anni dopo il trattato sulla riforma monetaria di Keynes” di cui i due economisti sono curatori

0
105
Convegno 8 marzo, Biblioteca Capitolare di Verona

Politica monetaria tra stabilità e incertezza radicale. Un nuovo modello predittivo per l’economia” è il titolo del convegno, promosso dal Centro Studi Alma Iura, che si svolgerà a Verona il prossimo 8 marzo, alla Biblioteca Capitolare, dalle 15 alle 18. Il presidente della Consob prof. Paolo Savona e il banchiere ed economista prof. Rainer Stefano Masera affronteranno il tema del “giusto timing” della politica monetaria, affinché gli impulsi trasmessi all’economia dalle banche centrali ottengano i risultati auspicati, curando l’inflazione senza causare destabilizzazioni finanziarie e caduta dell’attività reale. Qui il programma completo.

È una problematica attualmente assai discussa in uno scenario in cui l’inflazione sembra incamminata verso un percorso discendente e i mercati finanziari s’interrogano su quando le autorità monetarie invertiranno la rotta, che le ha spinte, due anni or sono, a decidere un rapido e consistente innalzamento dei tassi d’interesse a breve termine. Lo spunto del dibattito è il libro “Normalizzazione della politica monetaria. Cent’anni dopo il trattato sulla riforma monetaria di Keynes”, edito da Passigli Editore (Collana Cesifin), di cui Savona e Masera sono stati curatori. Il volume e il convegno, tra l’altro, s’interrogano sulla possibilità d’incorporare le nuove tecnologie fornite dall’Artificial Intelligence (AI) e dal Machine Learning nei modelli econometrici così da potenziare la loro capacità predittiva.

A discutere con i due curatori – moderati dall’avvocato Marco Rossi, presidente del comitato scientifico di Alma Iura – saranno gli economisti prof. Donato Masciandaro e prof.ssa Monika Poettinger, i cui contributi compaiono nel medesimo volume.