Banca europea per gli investimenti firma con Crédit Agricole Italia un accordo da 400 milioni per la crescita delle PMI

L’operazione si basa sulla sottoscrizione da parte della BEI di una obbligazione riservata emessa da Crédit Agricole Italia

0
68
Il quartier generale BEI nel quartiere Kirchberg della città di Lussemburgo

La Banca europea per gli investimenti (BEI) e Crédit Agricole Italia (CAI) hanno siglato un accordo da 400 milioni di euro al fine di sostenere nuovi investimenti di piccole e medie imprese e società agricole. Parte di queste nuove risorse, oltre il 25%, saranno destinate al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità ambientale e transizione energetica, a conferma della continua attenzione e impegno di BEI e CAI verso l’economia circolare e le tematiche ESG.

L’operazione è stata strutturata con la sottoscrizione integrale in private placement da parte della BEI di un nuovo Covered Bond Premium Label da 400 milioni di euro emesso da Crédit Agricole Italia nell’ambito del proprio Programma di Covered Bond. Il titolo ha durata di cinque anni con rimborso del capitale a scadenza e cedola indicizzata ad Euribor 6 mesi. Crédit Agricole Italia metterà le risorse interamente a disposizione della propria clientela.

Destinatari dei nuovi finanziamenti saranno PMI (fino a 250 addetti), Mid-Cap (da 250 a 3.000 addetti) e società del settore agro-alimentare, che potranno realizzare nuovi progetti beneficiando di un vantaggio finanziario grazie a tassi agevolati della BEI. Le richieste saranno gestite direttamente dalla rete di Crédit Agricole Italia e dalle sue controllate, e almeno 100 milioni di euro (pari al 25% dell’importo totale dell’accordo) saranno destinati a sostenere i clienti nei loro percorsi di incremento delle energie rinnovabili e nelle iniziative relative all’efficienza energetica.


“Con i tassi di interesse in continua crescita – ha commentato Gelsomina Vigliotti, vicepresidente BEI – per le PMI diventa sempre più complicato e costoso accedere a nuovi finanziamenti. Con questa operazione, la BEI dimostra la propria vicinanza al tessuto imprenditoriale italiano, contribuendo ad offrire nuova finanza a condizioni favorevoli alle imprese che vogliono investire in futuro più sostenibile”.


“L’accordo di oggi con BEI testimonia la nostra volontà di sostenere attivamente le imprese italiane e il settore Agri-Agro, rendendole protagoniste sui mercati internazionali” ha aggiunto Giampiero Maioli, amministratore delegato di Crédit Agricole Italia e Senior Country Officer. “Vogliamo confermarci sempre più come un partner affidabile di tutte le aziende che, come noi, condividono una strategia vocata alla transizione energetica e sostenibile”.

Fonte: uffici stampa BEI e Crédit Agricole